My Cart

You have no items in your shopping cart.

Cavalli: La Doriclea

Francesco Cavalli
La Doriclea
Edited by Christopher J. Mossey
B132
Cavalli: La Doriclea
Full Score (2004)
978-0-89579-548-9
9x12, lxxvi + 240 pp.

Availability: In stock

$142.00
Share

Performance Parts

Availability: In stock

B132R1
(2008)
Set of 6 parts: 0000 0000 b.c. 11111

B132R2
(2008)
Set of 12 parts: optional replacement pages to use with R132R1
Premiered at the Teatro San Cassiano in 1645, Doriclea was the first Venetian opera ever to feature as its title character an Amazon warrior woman. The opera is a product of the librettist Giovanni Faustini (ca. 1615–51) and the composer Francesco Cavalli (1602–76), whose highly influential creative partnership in the 1640s solidified many conventions of the emerging art form of opera in Venice. The manuscript score, now in the Biblioteca Nazionale Marciana, preserves a five-part orchestral accompaniment, rare expression and dynamic markings, and a rather full set of continuo figures. In the scope of Francesco Cavalli's output, Doriclea stands out with its unusual, long-range tonal connections that pertain to the portrayal of the opera's heroine.
Sinfonia (I)
Prologo (L'Ambitione, L'Ignoranza, La Virtù, La Gloria): "Terminato è 'l viaggio"
 
Atto primo
Sinfonia (II)
Scena prima (Doriclea, Tigrane, Coro di soldati armeni): "Puo la virtù del core"
Scena seconda (Oronte, Coro di soldati armeni, Tigrane, Doriclea): "Cessate, olà, cessate"
Scena terza (Surena, Doriclea, [Coro di soldati di Surena]): "Il cor feroce è un consiglier mendace"
Scena quarta (Soldato): "Non v'aggrava già il piombo"
Scena quinta (Clitodoro, Artabano): "Lieve è la piaga, o Sire"
Scena sesta (Eurinda, Clitodoro, Melloe): "Qual cruda stella, o Clitodoro amico"
Scena settima (Surena, Eurinda, Doriclea, Melloe): "Il Re dove si trova?"
Scena ottava (Eurinda, Doriclea, Melloe): "Tu temerario osasti"
Scena nona (Farnace, Eurinda, Doriclea, Melloe, [Coro di soldati di Farnace]): "È dessa, è Doriclea"
Scena decima (Doriclea, Farnace): "O Farnace"
Scena undecima (Sabari, Farnace, Doriclea): "Ogni forte guerriero"
Scena dodicesima (Venere, Coro [primo e coro secondo] d'amorini): "Amori, all'armi"
Scena tredicesima (Mercurio, Coro [primo e coro secondo] d'amorini, Venere): "Che rimiro o Ciprigna?"
 
Atto secondo
Scena prima (Coro di cittadini d'Artassata, Artabano, Surena): "Chi non serba incorrotta al suo signore"
Scena seconda (Tigrane): "Con infocati teli"
Scena terza (Mercurio, Farnace, Tigrane): "Guerrier, s'armeno sei"
Scena quarta (Mercurio): "Sotto forme mentite, e' armene spoglie"
Scena quinta (Artabano, Eurinda, Surena, Doriclea, Melloe): "Del regio sangue ibero"
Scena sesta (Melloe, Eurinda): "Qual fervido sospiro, e repentino"
Scena settima (Orindo): "Oh ch'in tesi"
Scena ottava (Sabari, Orindo): "Ardo, e l'ardor celato"
Scena nona (Sabari): "Chi non s'accenderebbe"
Scena decima (Venere, Coro [primo e coro secondo] d'amorini): "Ecco del disleale"
Scena undecima (L'Ira, Coro [primo e coro secondo] d'amorini, La Discordia, Il Furore, Venere): "Olà chi siete?"
Scena dodicesima (Marte, Venere, Coro [primo e coro secondo] d'amorini, La Discordia, L'Ira, Il Furore): Che gridi, e che tumulti, o forsentati?"
Sinfonia (III)
 
Atto terzo
Scena prima (Doriclea): "Se ben mai non mi vide"
Scena seconda (Sabari, Doriclea): "Osservai, che qui venne"
Scena terza (Sabari): "Perfidissimo servo, e disleale?"
Scena quarta (Melloe): "Voglio provar anch'io, che cose è amor"
Scena quinta (Orindo, Melloe): "Cupido"
Scena sesta (Orindo): "Chi tradisce Farnace"
Scena settima (Farnace, Tigrane): "Quivi allogiando il Re, saranno ancora"
Scena ottava (Sabari, Tigrane): "La superba bellezza"
Scena nona (Sabari): "O Sabari"
Scena decima (Doriclea, Melloe, Eurinda): "Per non sembrar scortese"
Scena undecima (Eurinda, Doriclea): "Ben mio?"
Scena dodicesima (Orindo, Artabano, Doriclea, Eurinda): "Ecco i drudi sfacciati"
Scena tredicesima (Tigrane, Doriclea, Eurinda, Artabano, Orindo, [Coro di soldati Parthi pretoriani]): "Chi mi tolse l'onor lasci la vita"
Scena quattordicesima (Doriclea, Eurinda): "Nelle vene gelate"
Scena quindicesima (Eurinda): "Cupido traditore"
Scena sedicesima (Farnace, Eurinda): "Sventurato Tigrane"
Scena diciasettesima (Artabano, Surena, Messo): "O donna gloriosa"
Scena diciottesima (Artabano, Farnace): "Quel Re, che non imita"
Scena diciannovesima (Surena, Artabano, Tigrane, Farnace): "Or, or sarà qui la guerriera addotta"
Scena ventesima (Sabari, Farnace, Artabano, Tigrane, Surena): "Parti de gl'odii miei"
Scena ventesimaprima (Tigrane, Doriclea, Artabano, Farnace, Sabari, Eurinda, Surena): "Innocente mia bella"
© 2017 All Rights Reserved A-R Editions